AMICA TERRA

La Giornata Mondiale della Terra offre l’occasione per invitare i bambini a riflettere sull’importanza di salvaguardare il nostro pianeta. 

Dopo una breve discussione in sezione ci siamo immersi all’interno della natura a portata di mano: il nostro giardino. Abbiamo toccato la terra, annusato erbe aromatiche e fiori, osservato le tante sfumature dei loro colori, ascoltato il cinguettio degli uccellini che ci rallegravano. Con emozione abbiamo creato le nostre Aiule profumose e colorate.

Con cura abbiamo piantato e annaffiato le piantine… La stessa cura, la stessa delicatezza la porteremo con noi. Perché è da qui che vogliamo partire. Dal nostro piccolo giardino per poi costruire insieme un mondo migliore, dove lo spreco, l’inquinamento e la disattenzione dell’uomo adulto possa sempre avere come ricordo quel giardino prezioso che da bambino aveva curato. La terra è nostra Amica.

Non dimentichiamolo.

Pubblicità

Quel blu dentro me.

Due albi: “Meravigliosa Imperfezione” di Davide Stecca – federighi editore- e ” Il bambino con i fiori nei capelli” – edizioni lapis-. Due modi per parlare ai bambini con voce consapevole di quel blu che c’è dentro al mondo. Un’isola meravigliosa e delicata che abita nel mare dell’unicita’.

Uno sguardo gentile, un fiore tra i capelli e un battito che fa Da Da Dum… Prima piano piano…poi sempre più forte. Un modo per dire ” esisto”

E sono così.

Sento così

Vedo così.

Io…meravigliosa imperfezione.

Alla scoperta della Casa del Cioccolato

Oggi…uscita alla fabbrica del cioccolato per eccellenza.
La Perugina!
L’emozione si sente già prima di salire sul pulmino che ci porta verso la casa più dolce che c’è. Lì, ci accoglie l’ape Rugina, amica cioccolosa della nostra Ape Sensottina. E subito ci coccola il profumo inebriante delle fave di cioccolato che corrono e si rincorrono dentro ingranaggi, dove per magia diventano ovetti, barrette e caramelle gustose. Ascoltiamo curiosi la storia del Bacio e ci diverte scoprire che il suo nome in origine era ” cazzotto”. Tra un assaggio e un altro, ci ritroviamo con una classe della scuola secondaria di primo grado che aspetta di entrare. Il ” batti il 5″ tra grandi e piccini più ” bacioso”della giornata ci regala un sorriso che non scorderemo più.

Giornata Mondiale delle Malattie Rare

#rarediseaseday2023

Oggi, 28 febbraio, torna la Giornata Mondiale delle Malattie Rare. Giunta alla sua quindicesima edizione, la Giornata delle malattie rare è l’appuntamento più importante per le persone con malattia rara di tutto il mondo, per i loro familiari, per gli operatori sanitari e sociali. Istituita per la prima volta nel 2008, cade il 29 febbraio, il “giorno raro” per eccellenza, negli anni bisestili, altrimenti il 28 febbraio. Una diagnosi tempestiva può fare realmente la differenza per il futuro di una persona, a partire dall’infanzia.

Noi, sosteniamo questa giornata così come meglio sappiamo fare. Perché i nostri bambini vedono al’di la dell’apparenza. Guardano dritto sugli occhi. In fondo al cuore. È un posto segreto. Un posto unico. Un posto per pochi. Questo è un giorno dedicato ad una piccola amica, Ginevra. Affetta da una malattia rara, ma con il sorriso più grande del mondo. I nostri piccolini hanno colorato per lei le proprie iniziali. Le hanno unite insieme attraverso il Filo Dell’Amicizia. E che meraviglia quando hanno scoperto che si potevano creare paroline ” strane”…. Rare. Ecco , il festone è pronto. Con un messaggio che descrive tutto. Rara come un diamante. Si, perché Ginevra è rara come un diamante. Perché è meglio essere rari che perfetti. In fondo, essere unici, non è per tutti.

Il Carnevale a scuola

Evviva il Carnevale. Festa di coriandoli e stelle filanti. Frappe e mascherine colorate. Sorrisi e sfilate.

Girotondi musicali
Inizia la sfilata
Ecco le principesse
…poi…arriva Frozen.
E che dire di Cappuccetto Rosso e Arlequeen?
Wauuu…i supereroi.
Ecco il principe azzurro con il pompiere.
Abracadabra…con Potter.
Streghetta e unicorni. Indiani e pompieri.
Occhio alle balene..ci sono i pirati…
..e i superpigiamini.
Chiude la sfilata..Robin.

Il Carnevale è sicuramente la festa più colorata dell’inverno. Quella dove tutti i bimbi e le maestre si incontrano a scuola vivendo la magia del travestimento, dell’allegria, del gioco. E dello scherzo. Perché a carnevale…ogni scherzo vale!

Pop corn mania

Esperienza sensoriale invernale.

Che meraviglia la neve. È fredda ma riesce a farci sentire l’allegria di una stagione che riserva davvero tante sorprese. Come?… ad esempio con lo scoppiettante rumore dei chicchi di mais che, riscaldandosi vicini vicini, si trasformano in deliziosi e profumatissimi Pop Corn. Ecco..a scuola, una nevicata davvero speciale.

La Giornata Dei Calzini Spaiati

Il rispetto è l’apprezzamento della Diversità dell’altra persona, dei modi in cui lei o lui sono unici…

…perché ciò che ti rende diverso è la tua forza più grande.

Oggi è la decima Giornata dei Calzini Spaiati, un inno alla Diversità.

La ricorrenza è nata in una scuola primaria del Friuli dall’idea della maestra Sabrina Flapp, per sensibilizzare i bambini all’autismo e ad altre diversità ed è per questo che la data non è fissa, altrimenti non si potrebbe celebrare organizzando attività per i più piccoli, laddove cadesse in un giorno festivo.

L’evento è quindi nato per gioco e tale resterà. Un modo simpatico e colorato per diffondere i valori dell’amicizia, di condivisione e valorizzazione delle peculiarità di ogni individuo.

Noi lo abbiamo festeggiato inizialmente con l’ascolto di una canzoncina, La ballata dei calzini spaiati, del Piccolo Coro dell’ Antoniano. Ci siamo poi seduti in circle time e , osservando il bambino seduto fianco, abbiamo descritto una caratteristica, unica e inimitabile, che lo rappresenta, rispondendo sulla domanda ” Mi piaci perché…” Infine, tutti insieme siamo andati nel salone dove abbiamo fatto un gioco/percorso motorio di coppia. Per rafforzare il senso di amicizia e di collaborazione.

Per festeggiare la scoperta di ciò che ci rende simili e il rispetto per ciò che ci fa diversi.

Inverno!

Oh che freddo! Oh che gelo!
Vento forte e nubi in cielo!
La pozzanghera è ghiacciata,
la grondaia si è gelata!

Indossiam sciarpe e cappelli,
bei maglioni e gran mantelli,
paraorecchie e poi giacconi
canottiere, calzettoni!

Ma ‘sto freddo non va via:
gela tutto, mamma mia!


L’inverno si sa è una stagione dalle mille suggestioni per i bambini: i colori dell’alba e del tramonto che accompagnano lo scandire delle giornate, 

la brina mattutina che copre come un manto magico i tetti e le aiuole della città!
Nel pieno delle attività invernali si riscoprono con stupore e consapevolezza i cinque sensi.


Coloriamo il ghiaccio: lavorare con il ghiaccio permette di utilizzare molteplici capacità sensoriali e sviluppare capacità di discernimento alternando stimolazioni tattili diversificate.
Ma non solo il tatto…tutti gli organi di senso!!

Siamo pronti.🌲Continua il nostro viaggio sensoriale. 🖐👂👄👃👀Sta arrivando il Natale🎅…Con la musica della nostra super esperta Francesca Rossi che, insieme ai nostri bimbi , ci porterà all’interno del meraviglioso mondo di Orecchio e i suoi Amici. Canzoncine sensoriali e natalizie, suoni di campanellini e sorrisi. La cornice è strepitosa. Il parco dell’Arringatore di Pila🌳🌲, dove i profumi del Natale arrivano più intensi. Ci sarà poi il tempo per ascoltare anche i nostri amici della Primaria che con una canzoncina saranno di questa festa una cornice dolcissima. Ci saranno anche i nostri lavori, fatti da sapienti manine birichine che in questo periodo sono alle prese con colla, brillantini, decoupage, nastrini, decorazioni e pacchetti, per il mercatino più sensoriale che c’è. ❣️Ops…le sorprese non finiscono. Le meravigliose note della Filarmonica di Pila🎷🎺🎻 ci accompagneranno attraverso le luci e le bancarelle…per scambiarci gli auguri, quelli del cuore…❣️ Arriverà 🎅, per la gioia di grandi e piccini.E tu..che aspetti?Vieni al Parco mercoledì 21 dicembre….dalle ore 15.Quest’anno il Natale è davvero Eccezionale. In tutti i sensi!🌲❣️❣️🌲Scuola dell’Infanzia Stella Polare di Pila Associazione Pro PilaFilarmonica di PilaScuola primaria Anna Frank

L’albero Bambino

 21 novembre è la Giornata nazionale degli alberi, questa ricorrenza offre lo spunto per invitare i bambini a riflettere sull’importanza di rispettare gli alberi e l’ambiente

Non tutti sanno che…..

Fin dai tempi dell’antica Grecia era diffusa l’usanza di celebrare feste in occasione della piantagione di alberi.

I Romani precorsero l’odierna “Festa dell’Albero“; gli alberi, infatti, erano tutelati e adorati anche per motivi legati alla religione ed era consuetudine consacrare i boschi al culto delle divinità dell’epoca. La più grande festa in epoca romana era la “Festa Lucaria” che cadeva il 19 luglio, nel corso della quale, oltre ai riti propiziatori si festeggiavano gli alberi impiantati nei mesi precedenti.

In epoca moderna si è affermata negli Stati Uniti una celebrazione in onore degli alberi, come risposta ai gravi disastri naturali causati principalmente dai grandi disboscamenti che interessarono quei territori.

Nel 1872, il Governatore dello Stato del Nebraska, Sterling Morton, decise di dedicare un giorno all’anno alla piantagione di alberi, fu chiamato Arbor day.
In Europa si diffuse negli anni successivi e, in Italia, la prima “Festa dell’albero” fu celebrata nel 1898 per iniziativa dal Ministro della Pubblica Istruzione Guido Baccelli.

La Festa dell’Albero fu in seguito istituzionalizzata con la “Legge forestale” del 1923.

Nel 1951 il Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste stabilì che la “Festa degli alberi” si dovesse svolgere il 21 Novembre di ogni anno, con possibilità di differire tale data al 21 marzo nei comuni di alta montagna.
La celebrazione si è svolta con rilevanza nazionale fino al 1979, poi è stata delegata alle Regioni che hanno provveduto a organizzare gli eventi celebrativi a livello locale.

Più recentemente, la legge n. 113 del 1992 ha previsto che ogni Comune curi la messa a dimora di un albero per ogni neonato registrato all’anagrafe.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato nel 2010, su proposta del Ministro dell’Ambiente, recependo alcuni emendamenti proposti dalla Conferenza Unificata, il disegno di legge “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” che istituzionalizza la “Giornata Nazionale degli Alberi” da celebrare il 21 novembre di ogni anno.
Adesso però…

Cantiamo.
Io sono come un albero

(Testo e musica Giorgio Minardi)

Io sono come un albero
sto con i piedi per terra
cerco la luce del sole
e così cresco di più
i piedi… radici
le gambe… il tronco
le braccia… i rami
i capelli… le foglie
la pelle… corteccia
il sangue.. la linfa
il cuore della terra batte dentro la mia pancia.

Fate come gli alberi: cambiate le foglie, ma conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee, ma conservate i vostri principi. (Victor Hugo)

21 novembre 2022 Giornata Nazionale degli alberi 🌳🌳🌳

“Albero”

L’Albero viene generalmente considerato come sorgente di vita, luogo da cui ha origine ogni essere vivente. La vita viene rappresentata dai 4 elementi che compongono l’albero e ognuno di questi rappresenta un aspetto della vita stessa.

  • Radici, per essere ben salde devono andare in profondità.
  • Tronco, solido e resistente, sostengo dei numerosi rami.
  • Foglie, numerose.
  • Frutti, abbondanti solo in un periodo dell’anno, per questo preziosi.

Unendo questi elementi si può interpretare come una sorta di augurio per una vita costruita su solide radici, che rappresentano la famiglia e le relazioni. Una vita che si augura sia anche piena e ricca, come le numerose foglie, ed intensa, cercando di cogliere il momento, di non lasciarsi sfuggire le occasioni, proprio come i frutti maturi.

Pensa che in un albero c’è un violino d’amore. Pensa che un albero canta e ride. Pensa che un albero sta in un crepaccio e poi diventa vita. Alda Merini

L’amore è come un albero: spunta da sé, getta profondamente le radici in tutto il nostro essere, e continua a verdeggiare anche sopra un cuore in rovina.”  Victor Hugo, libro Notre-Dame de Paris